combin.jpgcombin1.jpg

Il 27 e il 28 aprile 2013 la biblioteca intercomunale “Abbé Henry” (Allein, Doues, Ollomont, Roisan e Valpelline) ha organizzato una bellissima e interessante gita a Mantova e Verona. Partiti puntualissimi da Variney alle ore 5,00, malgrado il tempo non troppo benevolo e una sosta per una necessaria colazione vicino Milano, siamo arrivati a Mantova verso le 10,30. Una gentilissima guida ci ha accompagnato nei vari itinerari della città di Virgilio. Il teatro Bibiena e il Palazzo Ducale sono stati particolarmente apprezzati per la bellezza, la ricchezza pittorica e la grandiosità dei saloni. Il Palazzo Ducale è stato la sede della Famiglia Gonzaga che ha regnato sulla città dal XIV° al XVIII° secolo, nel suo interno custodisce preziose e importanti testimonianze del periodo rinascimentale, anche le strutture architettoniche evidenziano le caratteristiche della famiglia nobiliare. La guida ha poi ampiamente illustrato il successivo periodo storico della città, dalla dominazione austriaca al regno d’Italia. Chiese, monumenti minori e naturalmente il poeta latino Virgilio sono un’altra documentazione storico-culturale di Mantova. Dopo il pranzo libero consumato nei locali caratteristici con possibilità di degustare i piatti tipici della cucina mantovana (da notare che la provincia di Mantova è fortemente agricola e caratterizzata soprattutto dall’allevamento suino), ci siamo recati sul fiume Mincio per un giro in battello. La città di Mantova ha avuto anche una modifica territoriale con il prosciugamento del lago del Paiolo, che anticamente con altri tre laghi attorniava la città, rendendola un’isola. Verso le 17,30 siamo risaliti sul nostro mezzo di trasporto con destinazione Verona, ci siamo fermati a San Martino Buon Albergo a circa 9 chilometri dalla città per la cena e il pernottamento. Una gustosa cena e un albergo (Hotel Turismo) molto accogliente e tranquillo ci hanno permesso di trascorrere chiacchierando in compagnia una piacevole serata. Dopo la sveglia e una sostanziosa colazione, verso le 9,00 siamo partiti per la città di Verona. Accolti da una guida sorridente, abbiamo visitato la città Scaligera. La casa di Giulietta e Romeo e l’Arena sono stati i siti più ammirati e fotografati.
L’Arena con i suoi 18 mila posti a sedere è il simbolo monumentale della città e ospita tantissimi concerti estivi e anche altre manifestazioni culturali e artistiche. La casa di Giulietta e Romeo, personaggi resi immortali dalla famosissima tragedia di Shakespeare, è la meta di numerosissimi turisti, infatti a noi sembrava di essere ad Aosta nel giorno della fiera di Sant’Orso. Una bella scalata (364 gradini) ci ha permesso di vedere la città dall’alto di una caratteristica torre. La dominazione degli Scaligeri e successivamente, come a Mantova, quella degli austriaci hanno lasciato una impronta significativa nella storia di questa città veneta. Verso mezzogiorno abbiamo potuto pranzare nei tipici locali, apprezzando le bontà culinarie del luogo accompagnate dai famosi vini Valpolicella e Soave. Il pomeriggio è stato dedicato allo shopping e alle vetrine nelle eleganti vie del centro. Alle 17,00 siamo ripartiti per il rientro e, dopo una breve sosta verso Novara, alle 22,30 siamo arrivati a Variney per riprendere le nostre auto, soddisfatti per i due giorni passati in compagnia e grati ai responsabili della Biblioteca intercomunale (Flavia e collaboratori) e alla buona volontà del nostro Piero, sperando che anche il prossimo anno ci sia la possibilità di visitare altri interessanti luoghi. Grazie a tutti.


Eugenio Isabel

Joomla templates by a4joomla